RiparaThor R4 K80

Malta strutturale R4, anticorrosiva, fibrorinforzata e passivante

Malta tixotropica fibrorinforzata passivante composta da cementi ad alta resistenza, inerti silicei selezionati, particolari additivi e fibre sintetiche per il ripristino corticale di strutture in calcestruzzo degradato. Caratterizzato da elevata resistenza meccanica, ottima adesione e facile lavorabilità.

Conforme ai requisiti prestazionali della norma UNI EN 1504-3 per malte strutturali di classe R4, tipo CC e PCC, in accordo ai principi 3, 4, 7 definiti alla norma EN 1504-9.

Disponibile nella versione Fluid in tutti i casi in cui la configurazione della struttura richiede ripristini con una malta colabile.

Informazioni

Campi di Impiego

Esempi di applicazione:

  • per la riparazione di zone ammalorate di calcestruzzo, spigoli di pilastri, travi, frontalini di balconi danneggiati dall’ossidazione dei ferri d’armatura
  • per la ricostruzione dello strato di copriferro in strutture di cemento armato
  • per il ripristino e il consolidamento di pareti di gallerie, viadotti
  • per la regolarizzazione di difetti superficiali come riprese di getto, nidi di ghiaia
  • per la riparazione e la regolarizzazione delle modanature in calcestruzzo presenti nell’edilizia civile, come fasce marcapiano ed elementi decorativi
Ciclo Applicativo
Preparazione del supporto

Il supporto deve essere pulito, solido, privo di polvere, di materiali friabili e di sporco. Eliminare eventuali residui di disarmanti o calcestruzzo deteriorato in fase di distacco. Pulire il calcestruzzo e i ferri di armatura da polvere, ruggine, grassi, oli e vernici mediante sabbiatura o spazzolatura. Applicare sui ferri di armatura specifici prodotti antiossidanti o passivanti (vedi Sintox o Chirafer) e fare asciugare perfettamente.

Prima di applicare il prodotto è indispensabile irruvidire e bagnare a saturazione il sottofondo ed attendere l’evaporazione dell’acqua superficiale in eccesso.

Preparazione dell’impasto

Miscelare 25 kg di RiparaThor R4 K80 con ca. 4,5 litri di acqua pulita ed impastare con miscelatore a basso numero di giri fino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di grumi. Far riposare l’impasto per 5 minuti e rimescolare brevemente prima dell’utilizzo.

Applicazione

Applicare il prodotto con cazzuola o mediante macchina spruzzatrice in spessori compresi da 1 a 5 cm per mano. Spessori superiori possono essere ottenuti mediante l’applicazione di strati successivi non appena il precedente inizia la fase di indurimento. In tal caso si consiglia di lasciare ruvida la superficie del precedente strato.

Nel caso di superfici estese, per interventi superiori a 3 cm, è necessario posizionare una rete elettrosaldata e realizzare un copriferro di almeno 2 cm.

Dopo aver lasciato rapprendere il prodotto eseguire la frattazzatura con frattone di spugna bagnato in modo da contrastare le microfessurazioni superficiali dovute al naturale ritiro plastico del prodotto.

Terminata la fase di stagionatura procedere con l’eventuale rasatura da eseguire con rasanti minerali (vedi Rasaprò Flex) e successivamente  proteggere la superficie con prodotti della Linea Rivestimenti.

Avvertenze

Si raccomanda di impastare il prodotto con acqua pulita, non salmastra. Non aggiungere acqua in quantità superiore a quella prescritta. Non aggiungere acqua per recuperare l’impasto quasi indurito. Non aggiungere al prodotto calce, cemento, additivi o altro.

Non utilizzare a temperature inferiori a +5°C o superiori a +35°C. Evitare l’applicazione in presenza di pioggia o forte vento.

Non applicare su superfici lisce, irruvidire la superficie prima di procedere all’applicazione.

Prima dell’applicazione è necessario bagnare a saturazione le strutture da trattare e attendere l’evaporazione dell’acqua superficiale.

I tempi di lavorabilità del prodotto potrebbero variare in funzione dalla temperatura esterna.

Nella stagione calda, dopo l’applicazione evitare la rapida evaporazione dell’acqua d’impasto in quanto potrebbe causare fessurazioni superficiali; si consiglia di nebulizzare acqua sulla superficie per le successive 24 ore.

Non utilizzare il prodotto per ancoraggi rapidi.

Non utilizzare il prodotto se il sacco è stato precedentemente aperto.

Lo stoccaggio del prodotto in magazzino per troppo tempo potrebbe causare un aumento dei tempi di presa.

Conservare in imballi originali, in luogo fresco e asciutto, per un massimo di 12 mesi.

Voce di capitolato

Ripristino strutturale del calcestruzzo ammalorato con malta cementizia, fibrorinforzata, tixotropica, a ritiro compensato, in classe R4 secondo la EN 1504-3, tipo RIPARATHOR R4 K80 della CHIRAEMA SRL, costituita cementi ad alta resistenza, inerti silicei selezionati, particolari additivi e fibre sintetiche. Il prodotto dovrà essere impastato con sola acqua e applicato con cazzuola e frattone metallico con un consumo medio di 18kg/m² per cm di spessore. I ferri ammalorati eventualmente presenti dovranno essere preventivamente ripuliti e trattati con malta passivante (Chirafer o Sintox).

Conformità

Dati Tecnici

Applicazione : Cazzuola – Macchina spruzzatrice

Confezioni : kg 25

Colore : grigio

Tipologia : PCC

Acqua d’impasto : ca. 4-5 l per sacco

Consumo : ca. 18 kg/m² per cm di spessore

Consistenza : polvere

Consistenza dell’impasto : tixotropica

Residuo solido : 100%

pH dell’impasto : 12

Diametro max dell’inerte : < 2 mm secondo UNI EN 933-1

Temperatura di applicazione : da +5°C a +35°C

Tempi di attesa per la frattazzatura : ca. 45 minuti

Durata dell’impasto : 100 min secondo UNI EN 13395-1

Assorbimento capillare : ≤ 0,5 kg/(m² • h<sup>0,5</sup>) secondo UNI EN 13057

Compatibilità termica ai cicli di gelo-disgelo : forza di legame dopo 50 cicli: ≥ 2 MPa secondo UNI EN 13687-1

Contenuto ioni cloruro : 0,01% secondo UNI EN 1015-17

Massa volumica dell’impasto : 1,95 kg/dm³

Massa volumica del prodotto indurito : 1,85 kg/dm³ secondo UNI EN 12190

Legame di aderenza : ≥ 2 MPa secondo UNI EN 1542

Modulo elastico : ≥ 20 GPa secondo UNI EN 13412

Resistenza a compressione : > 50 MPa secondo UNI EN 12190

Resistenza a trazione per flessione : > 8 MPa secondo UNI EN 196-1

Resistenza alla carbonatazione : specifica superata secondo UNI EN 13295

Resistenza alla fessurazione : nessuna fessurazione dopo 180 gg

Reazione al fuoco : Euroclasse A1 secondo UNI EN 13501-1

Pulizia attrezzi : acqua subito dopo l’uso

Pallet : 60 sacchi da kg 25

I dati contenuti sulle presenti schede tecniche si riferiscono a prove di laboratorio. Le indicazioni e le modalità riportate possono essere soggette a modifiche nel tempo in funzione di eventuali miglioramenti delle tecnologie produttive. L’applicazione dei prodotti ha luogo al di fuori del nostro controllo non potendo intervenire direttamente sulle condizioni dei cantieri e sull’esecuzione dei lavori. Tutte le indicazioni sono di carattere generale, non vincolano in alcun modo la nostra azienda e pertanto la responsabilità ricade esclusivamente sul cliente. Si consiglia una prova preventiva del prodotto al fine di verificarne l’idoneità all’impiego previsto. Il servizio tecnico è a disposizione per fornire informazioni aggiuntive.

Accessibility Toolbar