BS 2000

Betoncino strutturale con classe di resistenza M15 a base di calce idraulica naturale

Malta fibrorinforzata ad elevate prestazioni meccaniche, a base di calce idraulica naturale certificata secondo la norma UNI EN 459-1, leganti idraulici, aggiunte pozzolaniche,  sabbie a granulometria selezionata, fibre minerali ed additivi che conferiscono al prodotto ottima lavorabilità ed elevata adesione al supporto. Prodotto altamente traspirante, è disponibile in due diverse granulometrie F 2 mm e G 3 mm e nella versione C totalmente esente da calce.

 

Informazioni

Campi di Impiego

Utilizzabile sia all’interno che all’ esterno:

  • per il consolidamento e il rinforzo di elementi strutturali in muratura
  • per la realizzazione di intonaci armati con reti in materiale composito o acciaio inossidabile
  • per la realizzazione o ricostruzione di murature in mattoni, pietra, tufo e miste, volte in laterizio
  • per la realizzazione di giunti di allettamento, paramenti murari, interventi di rincocciatura o di scuci-cuci in paramenti murari in presenza di vuoti o discontinuità, stilatura di murature faccia a vista
  • per i sistemi “anti-sfondellamento” delle pignatte dei solai.
Ciclo Applicativo
Preparazione del supporto

Il supporto deve essere privo di polvere, sporco, di oli, grassi, ecc.. Le parti incoerenti ed in fase di distacco devono essere asportate sino al raggiungimento di un sottofondo solido, resistente e ruvido.

Su murature vecchie è indispensabile eseguire un idrolavaggio o idrosabbiatura fino  a completa eliminazione di sporcizia, parti inconsistenti, ed efflorescenze saline.

Nella ricostruzione di giunti di allettamento rimuovere la malta inconsistente e lavare la muratura con acqua a bassa pressione, in modo da sciogliere i sali solubili presenti in superficie.

Nei manufatti di tipo murario, interessati da mancanze localizzate o estese, gli elementi degradati possono essere riparati mediante l’applicazione di BS 2000, con la cosiddetta tecnica del ‘cuci-scuci’, rimuovendo gli elementi ammalorati e sostituendoli con altri sani, analoghi per forma e dimensioni a quelli rimossi.

Per applicazioni su supporti difficili, quali murature in pietra e miste, superfici porose o strutturalmente deboli, si consiglia l’applicazione di un primo strato di 0,5 mm in modo da uniformare l’assorbimento del supporto e aumentarne l’adesione.

Prima dell’applicazione bagnare il supporto e attendere l’evaporazione dell’acqua in eccesso, in modo da impedire che il substrato sottragga acqua alla malta compromettendone le prestazioni finali.

Preparazione dell’impasto

Versare in un recipiente la quantità di acqua necessaria per impastare un sacco di BS 2000, aggiungere gradualmente la polvere e miscelare con agitatore a giri lenti fino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di grumi. Far riposare l’impasto per 5 minuti e rimescolare brevemente prima dell’utilizzo.

Applicazione

Applicare, manualmente mediante cazzuola o a macchina mediante comuni intonacatrici (dotate di opportuno kit statore/rotore per intonaci a grana grossa) per uno spessore minimo di 1 cm e massimo 2,5 cm per mano. Per raggiungere maggiori spessori bisogna attendere la presa del precedente strato ed è necessario inserire una rete porta-intonaco cercando di annegarla a metà dello spessore. Dopo l’applicazione attendere alcuni minuti e spianare con stadia di alluminio. Ad essiccazione avvenuta, rimuovere le eventuali guide verticali e riempire i vuoti sempre con lo stesso prodotto. Per la realizzazione di intonaci armati tradizionali posizionare una rete metallica inossidabile o in fibra di vetro antialcali fissata al supporto con tassellatura o mediante connettori. A distanza di qualche ora è consigliabile “grattare” il prodotto con apposito frattone chiodato per favorire l’adesione delle rasature successive. Trascorso il periodo di stagionatura (28 giorni  per spessori fino 3cm e una settimana in più per ogni centimetro oltre i 3cm) provvedere alla rasatura armata del Bs 2000 con rasante a calce idraulica RS500 FLEX (oppure SIMETO FLEX) interponendo tra la prima e la seconda mano una rete in fibra di vetro antialcali da 160grammi.

Avvertenze

Preparare l’impasto con acqua pulita, non salmastra. Non applicare il prodotto a temperatura ambiente inferiore a +5°C o superiore a +30°C, nelle ore di alta esposizione solare, in giornate che minacciano pioggia e/o con forte vento. Proteggere l’intonaco da pioggia, vento, sole o rapida essiccazione nelle 48 ore successive alla messa in opera. In caso di applicazione nella stagione calda assicurare un’essiccazione costante con l’utilizzo di ponteggi e rete frangisole/frangivento. Non aggiungere altri materiali al contenuto di un sacco. Si raccomanda di impastare l’intero contenuto di un sacco in un’unica soluzione. Non applicare le finiture prima della completa stagionatura del prodotto. In fase di posa è indispensabile che la rete sia annegata a metà dello spessore dell’intonaco; il posizionamento scorretto della rete potrebbe causare la comparsa di cavillature in fase di stagionatura.

Voce di capitolato

Consolidamento e rinforzo strutturale di murature tradizionali, mediante sistema CRM, con bio-intonaco armato in classe M15 conforme alla norma EN 998-2, tipo BS 2000 della Chiraema Srl, costituito da  calce idraulica naturale certificata secondo la norma UNI EN 459-1, leganti idraulici, aggiunte pozzolaniche,  sabbie a granulometria selezionata, fibre minerali ed additivi vari. L’armatura dovrà essere costituita da rete bidirezionale in fibra di vetro apprettata, alcali resistente, tipo CHIRANET AR330 della Chiraema Srl, con contenuto di zirconio > 16%, peso 335 g/m², resistenza a trazione 56 KN/m, modulo elastico 72000 N/mmq, allungamento a rottura 3,5%. Costituiscono parte del sistema di consolidamento e rinforzo i connettori trasversali in fibra di vetro AR della Chiraema Srl, con tensione a rottura di 490 MPa e resistenza allo sfilamento su supporto in muratura pari a 5,90 kN, che dovranno essere posizionati mediante fissaggio chimico, a base di vinilestere, senza stirene tipo CARTUCCIA BF della Chiraema Srl. Per garantire la continuità della rete lungo gli spigoli dovranno essere inseriti degli angolari preformati in fibra di vetro alcali resistente, tipo ANGOLARE STRUTTURALE, della Chiraema Srl, apprettato con resina epossidica con dimensioni maglie 38x38mm e resistenza a trazione 150 KN/m. La posa in opera dovrà essere eseguita in conformità al “Manuale di posa per sistemi CRM” redatto dal fabbricante.

Consolidamento e rinforzo strutturale di murature tradizionali, mediante sistema CRM, con bio-intonaco armato in classe M15 conforme alla norma EN 998-2, tipo BS 2000 della Chiraema Srl, costituito da  calce idraulica naturale certificata secondo la norma UNI EN 459-1, leganti idraulici, aggiunte pozzolaniche,  sabbie a granulometria selezionata, fibre minerali ed additivi vari. L’armatura dovrà essere costituita da rete bidirezionale in fibra di vetro apprettata, alcali resistente, tipo CHIRANET AR330 della Chiraema Srl, con contenuto di zirconio > 16%, peso 335 g/m², resistenza a trazione 56 KN/m, modulo elastico 72000 N/mmq, allungamento a rottura 3,5%. Costituiscono parte del sistema di consolidamento e rinforzo i connettori preformati in vetroresina GFRP ad aderenza migliorata tipo CONNETTORE A L della Chiraema Srl, con resistenza a trazione 18900 N, modulo elastico 80,4 GPa, allungamento a rottura 3,2%, che dovranno essere posizionati mediante fissaggio chimico, a base di vinilestere, senza stirene tipo CARTUCCIA BF della Chiraema Srl. Per garantire la continuità della rete lungo gli spigoli dovranno essere inseriti degli angolari preformati in fibra di vetro alcali resistente, tipo ANGOLARE STRUTTURALE, della Chiraema Srl, apprettato con resina epossidica con dimensioni maglie 38x38mm e resistenza a trazione 150 KN/m. La posa in opera dovrà essere eseguita in conformità al “Manuale di posa per sistemi CRM” redatto dal fabbricante.

Consolidamento e rinforzo strutturale di murature tradizionali, con bio-intonaco armato in classe M15 conforme alla norma EN 998-2, tipo BS 2000 della Chiraema Srl, costituito da  calce idraulica naturale certificata secondo la norma UNI EN 459-1, leganti idraulici, aggiunte pozzolaniche,  sabbie a granulometria selezionata, fibre minerali ed additivi vari. L’armatura dovrà essere costituita da rete bidirezionale in fibra di vetro apprettata, alcali resistente, tipo CHIRANET AR330 della Chiraema Srl, con contenuto di zirconio > 16%, peso 335 g/m², resistenza a trazione 56 KN/m, modulo elastico 72000 N/mmq, allungamento a rottura 3,5%. Costituiscono parte del sistema di consolidamento e rinforzo i connettori elicoidali in acciaio inox AISI 304 tipo CONNETTORE ELICOIDALE 304 della Chiraema Srl, con resistenza a trazione 1290 MPa, modulo elastico 122 GPa, carico a rottura 16 KN, che dovranno essere inseriti a secco con apposito avvitatore.Per garantire la continuità della rete lungo gli sigoli dovranno essere inseriti degli angolari preformati in fibra di vetro alcali resistente tipo ANGOLARE STRUTTURALE, della Chiraema Srl, apprettato con resina epossidica con dimensioni maglie 38x38mm e resistenza a trazione 150 KN/m.

Dati Tecnici

Applicazione : Cazzuola – Macchina intonacatrice

Confezioni : kg 25

Acqua d’impasto : ca. 4,5 l per sacco

Colore : beige

Spessore d’applicazione totale : 2-4 cm

Temperatura di applicazione : da +5°C a +30°C

Adesione – FP : > 1,0 N/mm² – B secondo la norma EN 1015-12

Tempo di lavorabilità : ca. 120 minuti secondo la norma EN 1015-9

Contenuto ioni cloruro : < 0,1% secondo la norma EN 1015-17

Contenuto d’aria : 15 % secondo la norma EN 1015-7

Resistenza a compressione : > 15 N/mm² secondo la norma EN 1015-11

Adesione a taglio : 0,15 N/mm² valore da prospetto secondo la norma 998-2

Assorbimento d’acqua : 0,27 kg/(m2 x min0,5) secondo la norma EN 1015-18

Coefficiente di permeabilità al vapore acqueo µ : 15/35 secondo la norma EN 1745

Massa volumica del prodotto indurito : 1837 kg/m³ secondo la norma EN 1015-10

Conducibilità termica : 0,99 W/(m K) valore tabulato secondo EN 1745

Durabilità : NPD

Diametro max dell’inerte : F: 2 mm; G: 3 mm secondo la norma EN 1015-1

Reazione al fuoco : Euroclasse A1 secondo la norma EN 13501-1

Consumo teorico : ca. 17-18 kg/m² per cm di spessore

Pulizia attrezzi : acqua subito dopo l’uso

Pallet : 60 sacchi da kg 25

I dati contenuti sulle presenti schede tecniche si riferiscono a prove di laboratorio. Le indicazioni e le modalità riportate possono essere soggette a modifiche nel tempo in funzione di eventuali miglioramenti delle tecnologie produttive. L’applicazione dei prodotti ha luogo al di fuori del nostro controllo non potendo intervenire direttamente sulle condizioni dei cantieri e sull’esecuzione dei lavori. Tutte le indicazioni sono di carattere generale, non vincolano in alcun modo la nostra azienda e pertanto la responsabilità ricade esclusivamente sul cliente. Si consiglia una prova preventiva del prodotto al fine di verificarne l’idoneità all’impiego previsto. Il servizio tecnico è a disposizione per fornire informazioni aggiuntive.

Accessibility Toolbar