Drywall

Intonaco termoisolante con perle vergini di polistirolo

Intonaco premiscelato termoisolante, costituito da cemento grigio, cariche minerali selezionate, perle di polistirene espanso, fibre polimeriche e additivi vari. Data la particolare formulazione, il prodotto risulta molto leggero, presenta una bassa conducibilità termica e risulta idoneo per l’intonacatura di pareti interne ed esterne nei sistemi di isolamento termico.

Informazioni

Campi di Impiego

Drywall è utilizzato per la realizzazione di sistemi di isolamento termico, in particolare su pareti irregolari dove non è possibile impiegare sistemi di isolamento con lastre.

Conforme alla UNI EN 14021:2016 Asserzione ambientale contenuto di materiale riciclato

Ciclo Applicativo
Preparazione del supporto

I supporti devono essere coesi e privi di polvere, eventuali tracce di olio e sporco devono essere preventivamente rimosse. Qualche giorno prima dell’applicazione di Drywall, è necessario trattare i supporti con Drywall Rinzaffo. Le fasce/guide devono essere realizzate con lo stesso materiale. Per gli spigoli e le aperture dovrà essere previsto l’impiego di opportuni paraspigoli.

Preparazione dell’impasto

Per applicazione con intonacatrice, occorre utilizzare miscelatore elicoidale a pala piena, polmone specifico tipo PFT D8-1,5 o D8-2 per grossi lavori oppure PFT D6-3 per piccoli lavori, vite a passo lungo e ugello Ø mm 14.

Per applicazione manuale, impastare con betoniera o con miscelatore a giri lenti aggiungendo al contenuto di un sacco da litri 50 circa 7,5 litri di acqua pulita (vista la natura del prodotto, si raccomanda di impastare il contenuto di un sacco in un’unica soluzione). Miscelare almeno per 5 minuti e non superare i 10 minuti. Inumidire (se è necessario) il supporto qualche ora prima dell’applicazione dell’intonaco.

Applicazione

Applicare manualmente con cazzuola o con macchina intonacatrice. L’applicazione dovrà essere eseguita a strati cercando di sovrapporre lo strato successivo quando il precedente avrà iniziato la presa. Livellare con staggia in alluminio senza comprimere il prodotto. Sui giunti cls/laterizio è consigliabile applicare delle fasce di rete in fibra di vetro antialcali.

Ad indurimento avvenuto la superficie dell’intonaco dovrà essere grattata con apposito robot. Sono ammessi spessori totali di posa da un minimo di cm 3 ad un massimo di cm 12. Trascorsi oltre 28 giorni dalla posa, ad intonaco indurito, applicare due mani di RasaPro Flex interponendo tra la prima e la seconda mano una rete in fibra di vetro antialcali. Trascorso il periodo di stagionatura del rasante è possibile applicare i rivestimenti decorativi di finitura.

Avvertenze

Non applicare il prodotto a temperature inferiori a 10°C o superiori a 30°C. Non applicare in giornate che minacciano pioggia e/o in presenza forte vento. Non applicare su supporti a base gesso. Per ottimizzare la resa ed ottenere le migliori prestazioni termiche è necessario  dotare la macchina intonacatrice di Rotomix o Rotoquirl. Per applicazioni superiori ai 6 cm di spessore, si consiglia di armare Drywall a metà dello spessore totale con rete porta intonaco in fibra di vetro alcali resistente specifica per intonaci. Per applicazione a spessori superiori ai 4 cm, oltre alle 4 settimane standard di stagionatura, attendere una settimana per ogni 1,5 cm in più rispetto ai 4 cm.

Voce di capitolato

Intonacatura delle pareti interne ed esterne con intonaco termoisolante, tipo DRYWALL della CHIRAEMA SRL, costituito da leganti idraulici, cariche minerali, perle di polistirolo, fibre di rinforzo e additivi vari. Il prodotto dovrà soddisfare i requisiti previsti dai CAM  (Criteri Ambientali Minimi) e dovrà avere un coefficiente di conducibilità termica non superiore a 0,053 W/mK. Applicato a mano o con macchina intonacatrice in spessore non inferiore a 15 mm su superfici verdicali od orizzontali, con l’ausilio di ogni strumento o mezzo (sesti, profili guida, paraspigoli, ecc.) al fine di ottenere una superficie planare idonea a ricevere lo strato di finitura.

 

DRYWALL soddisfa i requisiti CAM (Criteri Ambientali Minimi) in quanto:

  • è un materiale certificato CE
  • non contiene ritardanti di fiamma
  • non contiene agenti espandenti a base di resine espandibili
  • non contiene catalizzatori di piombo
  • contiene materiale riciclato con asserzione ambientale autodichiarata e certificata secondo UNI EN ISO 14021:2016

Conformità

Dati Tecnici

Applicazione : Cazzuola – Macchina intonacatrice

Confezioni : l 50

Colore : grigio

Acqua d’impasto : ca. 7,5 l per sacco

Resa : 3,6 m²/sacco per cm di spessore

Granulometria : massima dell’inerte: 2 mm

Conducibilità termica : 0,053 W/mK (valore misurato)

Massa volumica : della polvere: 0,20 kg/dm³

Densità : della malta fresca: 0,37 kg/dm³

Permeabilità al vapore : 2,08×10-11 kg/msPa

Fattore di resistenza al vapore : 9 µ

Resistenza a compressione : classe CSI

Coefficiente di assorbimento acustico (alpha) : 0,349

Calore specifico Cp : 1000 J/kgK

Spessore d’applicazione : da un minimo di cm 3 ad un massimo di cm 12

Sovrapplicazione : di strati successivi al primo: a presa iniziata del precedente strato

Essiccazione : 28 giorni per spessore di 4 cm

Pulizia attrezzi : acqua subito dopo l’uso

Stoccaggio : massimo sei mesi in ambienti asciutti

Pallet : 40 sacchi da L 50 resi

I dati contenuti sulle presenti schede tecniche si riferiscono a prove di laboratorio. Le indicazioni e le modalità riportate possono essere soggette a modifiche nel tempo in funzione di eventuali miglioramenti delle tecnologie produttive. L’applicazione dei prodotti ha luogo al di fuori del nostro controllo non potendo intervenire direttamente sulle condizioni dei cantieri e sull’esecuzione dei lavori. Tutte le indicazioni sono di carattere generale, non vincolano in alcun modo la nostra azienda e pertanto la responsabilità ricade esclusivamente sul cliente. Si consiglia una prova preventiva del prodotto al fine di verificarne l’idoneità all’impiego previsto. Il servizio tecnico è a disposizione per fornire informazioni aggiuntive.

Accessibility Toolbar